Visualizzazione post con etichetta Donne cubane. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Donne cubane. Mostra tutti i post

lunedì 20 aprile 2015

Le donne cubane camminano


Era il 1995. Settembre. Sbarcavo per la prima volta a Cuba. Non mi aspettavo niente. Ero pentito di essere partito. Un viaggio assurdo per dimenticare un amore che era finito in Italia. E tutto mi teneva là. In quella attesa di un ritorno, di un aggiustamento qualsiasi di un equilibrio che si era rotto. Una dogana estenuante. Una fila infinita ed una totale assenza di motivazioni. Non ero quelle facce piene di speranze. Non ero quelle facce che cercavano sole, avventure, Caraibi. Ero appena tornato da un mese in Tailandia in giro per monasteri (sarà stato quello che aveva fatto scappare quell'amore? Facile). L'anno prima in India. Accarezzavo da mesi l'idea di fare il monaco. Lo dicevo a mezza bocca a me stesso. Scelta difficile. Tutto mi portava là, ma poi fili molto più terreni mi tenevano nel dubbio, collegato al mio bisogno di terra, di carne, di mondo.