martedì 28 aprile 2015

Le 5 domande su L'Avana - Risponde Davide Barilli


Davide Barilli
"Davide Barilli, giornalista, scrittore di cose cubane e non solo. Amico di Cuba "

L'avana, 28 aprile 2015

Cos'è il bello a L'Avana per te?

Il suo sorprenderti sempre. La Habana è come una rosa, ha petali e spine, dipende da come la prendi, ma alla fine..è lei che prende te...

Dove ti piace andare con la persona che ami?

Nella cafeteria sul malecon, di fronte al Cristo di Casablanca, a mangiare pollo fritto e bere birra aspettando il tramonto...

Nuovi eventi all'Avana da non perdere


Martedì 28 aprile alle 20.00 "Giardini del 1830" (Malecon e 20, Vedado) Presentazione di artisti vari (musica, ballo e circo).

Venerdi 1 maggio dalle 17.00 alle 21 "Le Select" (28 tra 5ta e 7ma, Miramar) Gruppo Moncada dal vivo con il Progetto "Rueda de Casino"

sabato 25 aprile 2015

Liberazione al ristorante Bella Ciao


Ristorante Bella Ciao
In una data come quella di oggi avrei voglia di parlare di Liberazione. Di quei poveri cristi che ci avevano messo tutto, in molti casi la vita stessa, per consegnarci la possibilità di mettere in piedi un paese migliore. Provo disgusto e rispetto, strano binomio, nel parlarne. Disgusto perchè, ahimè, ho letto i capitoli successivi di quella storia. Rispetto perchè io oggi non avrei palle e motivazioni per fare lo stesso. Mi piacerebbe rivolgere un pensiero di gratitudine a quelle persone e dirgli che il loro sacrificio non è stato vano. Invece è un'ipocrisia. Il loro sacrificio è stato vano.

Nuovi eventi all'Avana da non perdere


Sabato 25 aprile alle 16.00 Sala de conciertos Antigua Iglesia de San Francisco de Paula Dúo de guitarras “Contrastes”, dirige  Zuleida Suárez. Conjunto de Música Antigua “Exulten”,  dirige Yunexi Arjona.


Domenica 26 aprile dalle 18.00 fino all' 1.00 nei "Giardini del 1830" (Malecon e 20, Vedado) si presenta il Gruppo Moncada dal vivo per ballare Salsa. Da non perdereeee!

venerdì 24 aprile 2015

Bando integrale delle borse di studio in Italia anche per Cuba!!!

BORSE DI STUDIO OFFERTE DAL GOVERNO ITALIANO A STUDENTI STRANIERI E CITTADINI IRE

BANDO a.a. 2015-2016
I. Introduzione
Le borse di studio sono offerte ai cittadini stranieri e italiani stabilmente residenti all’estero (IRE) e mirano a favorire la cooperazione culturale internazionale e la diffusione della conoscenza della lingua, della cultura e della scienza italiana, favorendo inoltre la proiezione del settore economico e tecnologico dell’Italia nel resto del mondo.

giovedì 23 aprile 2015

Le 5 domande su L'Avana - Risponde Marco Marini


Marco Marini
"Marco Marini, Architetto e vice presidente di Ixco"

L'avana, 23 aprile 2015

Cos'è il bello a L'Avana per te?

L'energia complessiva che si percepisce immediatamente nella città, nelle persone, che deriva dalla grande storia che ha fatto questo paese.

Dove ti piace andare con la persona che ami?


Diciassette anni fa, con l'ultima persona che ho amato veramente, amavo andare non proprio a L'Avana ma a Vinales. Me lo ricordo come un momento diverso, unico. Comunque è molto bello passeggiare anche qui a L'Avana e consiglio il Parque Lenin. Comunque posti dove c'è la natura. E' una cosa fisica, la natura presente e inondante. Questi posti sono molto piacevoli.

lunedì 20 aprile 2015

Le donne cubane camminano


Era il 1995. Settembre. Sbarcavo per la prima volta a Cuba. Non mi aspettavo niente. Ero pentito di essere partito. Un viaggio assurdo per dimenticare un amore che era finito in Italia. E tutto mi teneva là. In quella attesa di un ritorno, di un aggiustamento qualsiasi di un equilibrio che si era rotto. Una dogana estenuante. Una fila infinita ed una totale assenza di motivazioni. Non ero quelle facce piene di speranze. Non ero quelle facce che cercavano sole, avventure, Caraibi. Ero appena tornato da un mese in Tailandia in giro per monasteri (sarà stato quello che aveva fatto scappare quell'amore? Facile). L'anno prima in India. Accarezzavo da mesi l'idea di fare il monaco. Lo dicevo a mezza bocca a me stesso. Scelta difficile. Tutto mi portava là, ma poi fili molto più terreni mi tenevano nel dubbio, collegato al mio bisogno di terra, di carne, di mondo.